Giorno della Memoria, al d’Avalos Primo Levi dalla Shoah alla scrittura

Appuntamenti mar 24 gennaio 2023

Vasto Al via le celebrazioni cittadine con la conferenza del Prof. Giovanni Tesio

Cultura e Società di La Redazione
2min
Giorno della Memoria, al d’Avalos Primo Levi dalla Shoah alla scrittura ©Vastoweb.com
Giorno della Memoria, al d’Avalos Primo Levi dalla Shoah alla scrittura ©Vastoweb.com

VASTO. Questo pomeriggio, alle ore 17, presso la Sala Pinacoteca di Palazzo d’Avalos, sarà celebrato il primo appuntamento cittadino del Giorno della Memoria con l’intervento dedicato a Primo Levi, il celebre autore di Se questo è un uomo, il romanzo che sul filo della memoria ripercorre le sofferenze e gli orrori dei campi di concentramento nazisti. A darne notizia il Sindaco Francesco Menna.

Primo Levi ha scritto: «tu, uomo, sei stato capace di questo: la civiltà di cui ti vanti è una patina, una veste: viene un falso profeta, te la strappa di dosso, e tu nudo sei un mostro, il più crudele degli animali».

A parlare di questi temi il Centro Europeo di Studi Rossettiani, istituzione cittadina facente parte del Polo Culturale della Città del Vasto, ha invitato uno dei maggiori studiosi dell’argomento, il prof. Giovanni Tesio dell’Università del Piemonte Orientale, autore di alcuni libri fondamentali su Primo Levi, a partire dall’ultimo Primo Levi. Il laboratorio della coscienza (2022), per tornare a quelli precedenti (Primo Levi. Ancora qualcosa da dire. Conversazioni e letture tra biografia e invenzione (2018). Inoltre va ricordato che Tesio è stato l’ultimo a intervistare Levi poco prima che morisse, una conversazione a tutto tondo in cui lo scrittore ricorda la sua formazione, gli amici, le sue letture, la timidezza e la passione per la montagna (Primo Levi. Io che vi parlo. Conversazione con Giovanni Tesio, 2016). Infine, di Tesio vanno ricordate due preziose antologie sul tema del lager: Nell’abisso del lager. Voci poetiche sulla Shoah, 2019 e Nel buco nero di Auschwitz. Voci narrative sulla Shoah, 2021).

“La letteratura della Shoah risponde a una necessità morale, ad un bisogno e a un dovere di denuncia dei mali del mondo - ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Nicola Della Gatta, secondo il quale “la testimonianza è necessaria per non dimenticare, pur nella consapevolezza che la memoria è labile”. 

 Una memoria a più voci narrata dai discendenti dei diretti interessati, che hanno avuto deportati nelle proprie famiglie, che hanno ascoltato con le loro orecchie le storie di quei giorni.

“Il dialogo “memoria a più voci” - ha proseguito la Presidente del Club per l’Unesco di Vasto, Bianca Campli - è parte di un evento che fonde il teatro con la musica e alterna i dialoghi alla storia del pugile Sinto Johann Trollmann che trovò la morte nei campi di sterminio a causa della sua etnia per proseguire con le musiche che accompagnano questa memoria, ricca di cultura, elementi storici e spunti di riflessione per la crescita umana di ogni fascia d’età".

“Si rinnova la consolidata collaborazione con l’operosa Sezione cittadina dell’A.N.P.I. e con il Club per l’Unesco di Vasto che svolgono un qualificato servizio al valore della memoria, dimensione che fonda la cultura e dà senso al nostro vivere di comunità – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Nicola Della Gatta. “È necessario - ha concluso - tenere vivo il ricordo di quanta inumanità abbia caratterizzato l’olocausto, di quale orrore, efferatezza, crudeltà abbia animato i nazisti e i suoi alleati, condannando a morte un intero popolo.”



Galleria fotografica

Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2023 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione