Storia, arte e innovazione tra le vie del quartiere storico di Torino. Ecco cosa vedere

TURISMO mer 14 settembre 2022
Dal web di La Redazione
3min
Storia, arte e innovazione tra le vie del quartiere storico di Torino. Ecco cosa vedere ©Web
Storia, arte e innovazione tra le vie del quartiere storico di Torino. Ecco cosa vedere ©Web

Molti turisti, ma anche tanti dei nostri connazionali, scelgono Torino come meta dei loro viaggi. A confermarlo, oltre all’affollamento costante delle vie del centro storico, sono i dati raccolti dall’Osservatorio turistico regionale.

 La possibilità di visitare il fulcro della città senza dover ricorrere per forza allo spostamento con i mezzi, è sicuramente un fattore preferenziale di scelta. Le imponenti tracce del suo passato, che si abbracciano con le evidenti dimostrazioni di una modernità sempre al passo con i tempi, danno vita a un’imperdibile combinazione di storia e cultura.

 Torino: la storia di una città di successo

 Il capoluogo piemontese, spettacolarmente incorniciato tra le alte vette delle Alpi, vede i suoi albori nelIII secolo a.C.per opera dei Taurini. Nato originariamente come colonia romana pedemontana, in poco tempo diventa Capitale del Ducato dei Savoia, grazie alla sua posizione strategica e alla fama di potere e prestigio conferita. La notorietà sempre crescente porta presto la città a essere riconosciuta prima come Capitale del Regno di Sardegna, e successivamente come Capitale del Regno d’Italia.

 Le tracce indelebili del suo passato di teatro dell’Unità d’Italia sono facili da riscontrare negli imponenti monumenti che la abitano, come i solenni palazzi reali che imperano sul cuore della città. 

 Sul sito di Vacanza mia dedicato alle vie del centro, si può scoprire cosa vedere nel quartiere storico di Torino,a piedi o comodamente in bicicletta.

 Cosa offre la Torino di oggi ai suoi visitatori

 La Torino dei giorni nostri si mostra come una ricca metropoli industriale, brulicante di vita e sempre attenta a stare al passo dei nuovi sviluppi dell’età moderna. 

 Per merito dell’elevato numero di sale cinematografiche ripartite sul territorio in relazione al numero di abitanti, la città ha acquisito il titolo diCapitale del Cinema. All’interno della Mole Antonelliana, uno dei monumenti simbolo di Torino, è infatti possibile visitare il Museo Nazionale del Cinema, l’unico museo cinematografico italiano.

 Altro riconoscimento pubblico attribuito al capoluogo piemontese è quello di Capitale dell’Automobile. La Fiat, storico marchio automobilistico oriundo, infatti, ha messo in mostra la forza industriale della città agli occhi di tutto il mondo.

 Se queste denominazioni hanno il compito di mostrare il lato del volto dedicato della potenza industriale della città, dall’altra parte il cuore di Torino mette in risalto l’importanza storica del suo passato. 

 La via Roma, spina centrale del quartiere, che dà accesso ad alcuni dei siti di maggiore rilievo della città, ne è un chiaro esempio. Gli edifici di architettura razionalistae gli emblematici portici che racchiudono una vera e propria tentazione con i tanti negozi all’ultima moda, sono un mix di straordinaria bellezza.

 Piazza San Carlo, raggiungibile da via Roma, custodisce il monumento eretto in onore di Emanuele Filiberto di Savoia, un altro dei simboli della città, e le Chiese Gemelle di Santa Cristina e San Carlo Borromeo. 

 Grazie alla rinomata arte pasticcera tradizionale, in questa piazza si trovano numerosi laboratori artigianali e molti locali dove degustare le bontà locali. Per questo motivo, Piazza San Carlo viene anche chiamata “il salotto di Torino”. Impossibile non menzionare la straordinaria bellezza del Caffè San Carlo, storico locale tra i più antichi della città sabauda.

 All’interno di Piazza Castello si possono ammirare il Teatro Regio e Palazzo Madama, quella che è stata la residenza ufficiale dei Savoia. Entrambi i monumenti sono stati dichiaratiPatrimonio dell'Unesco.

 Nucleo del potere della famiglia sabauda, il Palazzo Realeè senza dubbio uno dei monumenti di spicco di Torino. Al suo interno ospita la Galleria Sabauda, l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale (custode del preziosissimo autoritratto a sanguigna di Da Vinci) e il Museo Archeologico.

 Imperdibile l’occasione di visitare la Sacra Sindone, uno dei reperti che suscitano più scalpore al mondo, custodita nella Cappella del Guarini, imponente elemento del Duomo di Torino: la Cattedrale di San Giovanni Battista

 

 

Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione