Nuova mobilità e forme di assicurazione

lun 29 agosto 2022
Veicoli al crocevia di Claudio de Luca
4min
Monopattino elettrico ©Dmove
Monopattino elettrico ©Dmove

Le persone che usano le biciclette ed i monopattini hanno attivato nuove esigenze in campo assicurativo. Oramai il mercato della micro-mobilità ha raggiunto, complessivamente, 100 miliardi di euro e gli abbonamenti rappresentano la categoria in più rapido aumento, con un tasso di crescita superiore al 30% (nel prossimo decennio). Il 55% delle persone sostituisce un veicolo di micro-mobilità agli spostamenti a piedi (nel 31% dei casi) o ai trasporti pubblici (24%), mentre il 40% predilige questi mezzi in sostituzione dell'auto privata (32%) o del taxi (8%). Solo 1 su 5 prevede di utilizzare la micro-mobilità per recarsi al lavoro in futuro. Ma cosa stimola (e cosa inibisce) l'utilizzo di quest'ultima? Sicuramente la flessibilità, l'affidabilità, il prezzo, le condizioni climatiche, la sicurezza ed il risparmio di tempo; ma il maltempo rappresenta l'ostacolo maggiore per il 44%. Seguono i costi, talvolta elevati, le piste ciclabili poco sicure, l'eccessiva distanza dai veicoli pronti all'uso, i servizi limitati nelle periferie e la scarsa disponibilità dei mezzi nelle stazioni del trasporto pubblico.

In parole povere l'offerta di opzioni combinate, ossia di pacchetti che comprendano micro-mobilità e trasporto pubblico nello stesso biglietto o abbonamento, potrebbe aumentare l'utilizzo di veicoli alternativi. In effetti i consumatori dichiarano che sarebbero disposti a pagare dal 22% al 25% in più per diverse offerte combinate. Al contempo, i centri maggiori dovrebbero adottare un approccio intermodale al trasporto che unisca, alla rete di quello pubblico, la flessibilità della micro-mobilità. Però, per integrare pienamente quest'ultima nei sistemi di trasporto pubblico urbano, è necessario uno sforzo congiunto tra città ed operatori di entrambi i settori, tenuto conto delle differenze che ogni città presenta. C'è da considerare che, tra coloro che scelgono le due ruote per spostarsi, sono sempre di più le persone che ricorrono alle biciclette tradizionali e a quelle a pedalata assistita, ai monopattini, al 'bike' ed allo 'scooter sharing'. Al netto del costante successo - negli ultimi anni - dei motocicli, la conferma arriva dai numeri di mercato (con le 'e-bike' a +5% nel 2021, dopo il 'boom' dell'anno precedente, e oltre 1,6 milioni di bici tradizionali vendute), dalla crescente diffusione delle opportunità di 'sharing' e dalla presenza di monopattini nelle città (con 2,5 milioni di pezzi circolanti in Italia).

Le Compagnie assicurative tracciano il profilo dei nuovi utenti delle due ruote, osservando che circa il 40% dei propri clienti ha iniziato a utilizzare - già dal 2020 - nuovi mezzi di mobilità urbana per gli spostamenti in aggiunta, o in alternativa, all'auto ed ai mezzi pubblici: di questi il 61% li usava più di due volte alla settimana. Queste quote, oggi, sono salite rispettivamente fino al 60% e al 72%; e si tratta di uomini e donne giovani, tra 18 e 34 anni, che preferiscono muoversi in città con mezzi di micro-mobilità e di mobilità dolce (45% con gli 'scooter sharing' elettrici, 30% con la bici, 25% con i monopattini). Le motivazioni principali di questa scelta sono cambiate rispetto ai tempi della pandemia, quando l'unica ragione era il distanziamento sociale nel 60% dei casi.

Nel 1° semestre 2022, nel 39% dei casi, chi ha utilizzato mezzi di mobilità alternativa lo ha fatto per una maggiore flessibilità oraria, per spostarsi più rapidamente nel traffico, per risparmiare sulla benzina e sui parcheggi e per evitare problemi nelle z.t.l. In questo scenario stanno nascendo soluzioni assicurative per incontrare la nuova domanda di mobilità. Per esempio, c'è chi ha lanciato una polizza che tutela i conducenti di bici, 'e-bike' e mezzi per la micro-mobilità elettrica di proprietà o 'in sharing', e chi ha proposto un'assicurazione che protegge la bici dal furto, anche quando parcheggiata in strada. Un altro progetto pensato per le esigenze emergenti in termini di spostamenti, è quello del comparatore 'online' di assicurazioni auto e moto e 'brand' che propone una app che offre l'assicurazione istantanea degli infortuni per il conducente e per il passeggero (spese mediche, ricovero ospedaliero, invalidità permanente e indennità di decesso) legata alla circolazione su qualsiasi veicolo privato. Il servizio è fruibile dallo smartphone e la copertura si attiva in base agli spostamenti effettivi col sistema 'pay per use' con cui è possibile pianificare in anticipo gli itinerari e consultare gli spostamenti. Inoltre riconosce automaticamente il veicolo utilizzato e ne attiva la copertura, che termina automaticamente alla conclusione del viaggio.

Il pagamento della polizza, quindi, si basa sulle caratteristiche specifiche del percorso, rilevate attraverso la tecnologia implementata dall'app, che valuterà i costi sulla base di diverse variabili: i km effettivamente percorsi, la fascia oraria, la qualità della strada, la presenza di traffico e lo stile di guida adottato.

È stata lanciata anche un'offerta in grado di soddisfare le esigenze emergenti dopo la pandemia. La soluzione prevede nuove garanzie finalizzate a proteggere la persona in tutti i suoi spostamenti, per muoversi in sicurezza utilizzando i vari servizi. Le nuove garanzie di mobilità riguardano in particolare la responsabilità civile durante la circolazione in aree pubbliche, in caso di danni involontariamente causati per la guida di veicoli non soggetti all'obbligo di assicurazione Rca o in caso di circolazione a bordo di un'auto condivisa con altre persone e gli infortuni che potrebbero verificarsi non solo guidando ma anche a bordo dei mezzi di trasporto pubblico o come pedone; c'è anche una garanzia dedicata all'assistenza, che prevede il servizio di soccorso stradale e il rimborso del costo di servizio-taxi. Ogni copertura può essere estesa all'intero nucleo familiare.

Claudio de Luca

Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione